Intervista all’Assessore regionale per lo Sviluppo Economico Loredana Capone

Il design ‘made in Puglia’ conquista Homi MILANO, 20/01/2014 18.09.20 di Redazione

Ventidue giovani designer pugliesi, undici donne ed undici uomini, hanno presentato a Milano, con successo, idee e soluzioni per vivere lo spazio abitativo nel nome della tradizione e dell'innovazione, dell'ecologia e dei materiali naturali. Lo hanno fatto all’interno di ‘CasApulia’, la mostra immagine organizzata dalla Regione Puglia in occasione del Salone Internazionale della Casa "HOMI - Il nuovo grande Macef” del capoluogo lombardo dal 19 al 22 gennaio. I designer hanno dato vita a opere d’arte artigianali e nuovi complementi di arredo allestiti in un ambiente pensato e realizzato per stimolare tutti i sensi del visitatore: un trullo stilizzato immerso nei suoni e nelle immagini tipiche delle terre di Puglia. In centinaia hanno partecipato, insieme alle istituzioni, ai vertici di Fiera Milano Spa, e agli organizzatori di Homi, all’inaugurazione di “CasApulia”, soffermandosi a lungo per ammirare le opere e le soluzioni di arredamento esposte.

"Lo Spazio Puglia ti accoglie e ti fa sentire a casa” – ha detto l'assessore regionale allo Sviluppo Economico Loredana Capone. “Un trullo a Milano. Al suo interno, troviamo opere d'arte che incuriosiscono e arredano. Gli artisti e i designer coinvolti hanno condiviso il recupero dell'antica attività artigiana, rielaborata in chiave contemporanea. I cinque sensi dei visitatori sono coinvolti: il suono del mare, il fruscio del vento, le immagini della campagna, il cinguettare degli uccelli accompagnano l'ingresso in questa casa d'eccezione, dove un salotto bianco si snoda intorno a un braciere".
“La nostra ambizione è promuovere quanto più è possibile sui mercati internazionali i designer e le imprese creative. Un biglietto da visita importante non solo per il sistema casa ma per tutto il sistema Puglia", le conclusioni dell’assessore Capone.

I designer pugliesi di CasApulia: Giuseppina Antonucci di Torremaggiore (FG); Emanuele Belviso di Bari; Maria Buonamassa di Gravina in Puglia (BA); Alessandro Cannoletta di Lecce; Christian Chiatante di Adelfia (BA); Gianfranco Conte di Surbo (LE); Angelica Contursi di Ruvo di Puglia (BA); Andrea Epifani di Lecce; Gianluca Facchini di Bari; Cinzia Fasano di Grottaglie (TA); Onelia Greco di Lecce; Tiziana Latorre di Ginosa (TA); Fernando Longo di Lecce; Andrea Mighali di Aradeo (LE); Maria Grazia Paternoster di Gravina in Puglia (BA); Antonio Pede di Lecce; Gabriele Pici di Lecce; Monica Righi di Lecce; Natalia Risola di Bari; Rosaria Scarcia di Miggiano (LE); Maria Ritana Schirinzi di Parabita (LE); Antonio Surdo di Galatina (LE).